Performance

Misure di assorbimento
La misura precisa della potenza assorbita di un apparecchio è un dato di fondamentale importanza per il dimensionamento degli impianti e per il calcolo/confronto energetico.

Caratteristiche apparecchi dimmerabili
Strumenti utilizzati: analizzatore di armoniche, multimetro digitale, oscilloscopio, alimentatore stabilizzato, datalogger di temperature, sistema di automazione AEC.
L’utilizzo sempre più frequente dei sistemi di regolazione e telecontrollo richiede la valutazione dei parametri principali dell’apparecchio (es. assorbimento, flusso, fattore di potenza, armoniche, efficienza, temperature interne, ecc.) nelle varie condizioni di funzionamento.
Tramite strumenti opportunamente programmati e un sistema di automazione integrato gli apparecchi AEC vengono caratterizzati in modo automatico in modo da poter permettere una reale valutazione delle performance in termini di efficienza e consumo energetico.

Resistenza finiture e lavorazioni
Strumenti utilizzati: camera per la nebbia salina.
L’elevata qualità delle finiture e verniciature, la resistenza alla corrosione delle saldature e la bontà delle lavorazioni, sono sinonimi di qualità e affidabilità del prodotto.
I campioni in prova vengono disposti in opportuni supporti e tenuti a contatto costante con ambiente salino per un determinato periodo di tempo. Secondo opportune tabelle standardizzate viene verificata la resistenza di finiture e lavorazioni nel tempo.

Test a temperature estreme
Strumenti utilizzati: forno a temperatura controllata, camera climatica, datalogger di temperature, multimetro digitale.
Le funzionalità di un apparecchio devono essere garantite in ogni condizione di funzionamento ambientale richiesta. In particolare gli apparecchi AEC vengono testati per poter funzionare in un range di temperature da -40°C a 50°C. L’apparecchio è acceso e portato a regime termico alla temperatura ambiente prevista. Soprattutto nel caso di apparecchi a LED viene verificata la corretta accensione e alimentazione dei LED e la corretta funzionalità di regolazione della corrente.

Stima e verifica della vita dell'apparecchio e del modulo LED
Strumenti utilizzati: forno a temperatura controllata, datalogger di temperature, multimetro digitale.
La stima e la verifica della vita di un apparecchio LED coincide con i concetti di affidabilità e qualità del prodotto stesso.
Ad oggi non sono disponibili metodologie in merito chiaramente regolamentate dalle norme di settore. Esistono alcuni approcci, ereditati da altri settori, che utilizzano tecniche di vita accelerata e relativi algoritmi di predizione che portano ad alcuni risultati in tempi ragionevoli. Nei laboratori AEC vengono tenuti costantemente accesi (a temperature ambiente e a temperature più elevate) apparecchi e moduli LED che periodicamente vengono sottoposti a misure fotometriche ed elettriche.
L’acquisizione periodica dei dati e la valutazione del loro andamento nel tempo permette di stimare la vita  dell’apparecchio o del modulo e di confrontarne l’andamento con quello stimato teoricamente dai dati del costruttore e dai rilievi sull’apparecchio ad inizio vita.
Informazioni generali
AEC ILLUMINAZIONE SRL
Via A. Righi, 4 - Z.I. Castelnuovo
52010 Subbiano - AREZZO (IT)
Tel 0575 041110 - Fax 0575 420878
info@aecilluminazione.it
amministrazione@pec.aecilluminazione.it
Capitale Sociale i.v. € 1.560.000,00
CF/P.IVA IT00343170510
R. Imp. 00343170510 - REA 72908 AR
Cod. Univoco Fatt. Elettronica J6URRTW
Social